Quanto costano gli infissi in PVC?

Sempre più spesso sentiamo parlare di infissi in PVC ed è quindi doveroso e naturale fare un piccolo approfondimento: il PVC (acronimo di Cloruro di Polivinile) è un materiale che viene ricavato solo ed esclusivamente da materie naturali ipso facto non presenta alcun rischio per la salute a differenza di altri materiali che, come ormai siamo ben abituati a sapere, si sono rivelati essere estremamente nocivi e cancerogeni.
Assodato questo una domanda sorge spontanea: ma quanto costano questi infissi? Ovviamente è impossibile fare una stima precisa di quanto si possa spendere anche perché sono molti i fattori che influiscono sulla somma totale: al di là del telaio (o struttura che dir si voglia) bisogna tenere in considerazione la qualità del vetro che si vuol montare, il numero di ante da predisporre in un’abitazione e via discorrendo.
Fatta questa piccola premessa è comunque doveroso specificare che i prezzi sono tutt’altro che elevati: in genere per un modello base si spendono dai cento ai duecento euro che, messi a paragone per rapporto qualità-prezzo, non presentano rivali.

Prezzo monocolore, blindato o bicolore

Fatta la premessa sul modello base di infisso c’è da ampliare tutto il campo (clicca qui) che si estende fino ad arrivare ad una molteplicità di varianti. Come detto il prezzo del modello più semplice oscilla tra i cento e i duecento euro (escluso il montaggio ovviamente che in genere non supera i 150 euro) ma vi sono in mercato modelli un po' più elaborati che in base alla semplice presenza di più cromature può aumentare addirittura del 20%.
Numerose sono comunque le combinazioni che possono essere richieste (come per esempio un misto tra PVC e legno) e che possono essere tranquillamente realizzate su richiesta con, però, piccoli aumenti di prezzo.
Capitolo a parte per i blindati che come è normale che sia hanno dei prezzi decisamente più alti: in questi casi la cifra da spendere oscilla intorno ai mille euro per infisso ma oggettivamente c’è chi non bada a spese quando si parla di sicurezza (e lungi da noi essere in disaccordo).

L’importanza del PVC

Abbiamo parlato del suo non essere nocivo e cancerogeno, ma perché il PVC è così importante? Esulando dai principi economici (anche se questi influiscono ugualmente) a livello qualitativo lo stesso è stato ubicato all’apice della scala gerarchica degli infissi. Nonostante la sua natura estremamente semplice il PVC ha due grandi peculiarità: la prima è quella di resistere tranquillamente alle intemperie che inesorabilmente si tramutano in tempi di durata più longevi mentre la seconda è la capacità di isolare climaticamente un ambiente rispetto alla temperatura che vi è fuori. Vi sembra poco?